Walter Bevilacqua

Walter Bevilacqua

L’eroe è colui che mette a rischio la proprio vita per salvare quella degli altri. Spesso però diamo la vita per gli altri non perchè altruisti o coraggiosi, semplicemente perchè in cuor nostro siamo già morti. Walter Bevilacqua, 68 anni era un contadino di Domodossola con gravi problemi ai reni. Da molto tempo Walter era in dialisi ma la situazione si aggravava sempre più; unica speranza, il trapianto. Durante un ciclo di dialisi purtroppo però il suo cuore non ha retto. Tutto normale per un dializzato di 69anni.Durante il suo funerale però il parroco racconta a tutti le parole che Waler gli aveva confidato qualche settimana prima di morire: “Sono solo, non ho famiglia. Lascio il mio posto a chi ha più bisogno di me. A chi ha figli e ha più diritto di vivere”. Sono in molti che aspettano quest’occasione. Persone che famiglia e più diritto a vivere di me. E’ giusto così”.

Si. Walter rifiuta il trapianto per dare la possibilità a giovani con figli di poter vivere. Lui era solo. Come a dire “Nessuno noterà o piangerà la mia morte”.

Ora mi chiedo: Walter è un eroe o un uomo morto ormai da molti anni?

Annunci