Eh si…sul mondo del pallone si sono dette tante cose, e tanti sono stati gli scandali che lo hanno caratterizzato, umiliato, deriso…e noi tifosi, la nostra passione, i nostri sacrifici? Perduti. Su calciopoli si è scritto e raccontato di tutto: la leggenda dice che c’era una cupola, e che il grande boss doveva essere punito. Tutto in prima pagina, perché il mostro non poteva essere messo in un trafiletto. A distanza di sei anni si scopre che la leggenda, tra l’altro riportata in una sentenza di un organo istituzionalmente riconosciuto, forse è solo una leggenda metropolitana, e che il risultato ottenuto nel 2006 era stato il prodotto di tanti fattori manipolati alla perfezione da un gruppo di persone che aveva un solo intento: creare un mostro, creare una cupola. Cambia la storia, ma cambia anche il modo di indignasi: la verità riportata in piccoli trafiletti di giornali, quasi invisibili. Mentre nel 2006 la presunta verità ha occupato le prime pagine dei quotidiani. Dov’è l’errore? L’errore sta in chi si fa manipolare da una cattiva informazione. Anzi, dalla disinformazione.

Annunci